AxPellegrini.com
::: p o r t f o l i o :::
MUSIC

CLICK TO LISTEN :

La Musique (© 2013)

Swing parisien

Chicago dim

Aqualand

Die gelben Vorhang

Dance

Boulangerie

Charleston




La musique souvent me prend comme une mer!
Vers ma pâle étoile,
Sous un plafond de brume ou dans un vaste éther,
Je mets à la voile;

La poitrine en avant et les poumons gonflés
Comme de la toile
J’escalade le dos des flots amoncelés
Que la nuit me voile;

Je sens vibrer en moi toutes les passions
D’un vaisseau qui souffre;
Le bon vent, la tempête et ses convulsions
Sur l’immense gouffre
Me bercent.

(C. Baudelaire)


Così come la maschera di Arlecchino fa pensare a tanti colori, tutti diversi tra loro eppure tutti in armonia, così la sensibilità artistica di Alessandro Pellegrini riconduce ad un talento estremamente vivido, che si riflette nelle attività più disparate: potremmo conoscerlo come speaker radiofonico, attore, regista, produttore artistico, polistrumentista o compositore.

Anche se in ognuno di questi ruoli emerge un estro molto piacevole e schietto, è nella musica che il talento trova la sua forma di espressione più dirompente: ascoltare Alessandro al pianoforte, il suo primo strumento, è come farsi raccontare se stesso. Attraverso note di sottile ironia distaccata, talvolta beffarda, si riconosce una semplicità di animo immediata e sorridente, l’interiorità inquieta e complessa emerge invece in melodie più cariche di intensità emotiva, scrivendo musiche facilmente affiancabili alla cinematografia con uno stile maturo che risulta evidente in particolar modo nei pezzi cantati, sperimentandosi con cover rielaborate in modo molto personale, fino ad arrivare ad una qualità sofisticata di composizione.

Attualmente è impegnato nel progetto synth-rock Elettrofanti per i quali è anche autore di melodie e testi, lavorando ad una produzione pensata maggiormente per l’estero, quindi con testi in lingua inglese ed arrangiamenti che strizzano l’occhio alle migliori proposte della discografia internazionale di genere: MGMT, Chemical Brothers, Thom Yorke, Flying Lotus, Imogen Heap, Depeche Mode, Planet Funk ecc.

Parallelamente continua la sua attività da solista, componendo per terzi o riproponendo i suoi pezzi con accompagnamento della voce al pianoforte: uno spettacolo che ha il suo nucleo irriducibile nell’intima essenzialità comunicativa dell’interpretazione.

               F.dM.